sabato 25 febbraio 2017

Degrado al parco della Rimembranza, M5S: “Situazione nota da anni, ma si è fatto poco o nulla”

Con riferimento all’articolo apparso sul Gazzettino il 24/02/2017 – nel quale una mamma ha denunciato lo stato di degrado del parco della Rimembranza -  il Movimento 5 Stelle, per voce del consigliere comunale Riccardo Sartor, desidera esprimere brevemente alcune considerazioni.

Da diversi anni denunciamo pubblicamente lo stato di totale degrado del parco della Rimembranza. Anche diversi cittadini, sulla stampa e sui social network, avevano sollevato il problema in più occasioni chiedendo all’amministrazione comunale di intervenire. Nel 2014 abbiamo portato un'interrogazione in consiglio comunale per chiedere conto della situazione ma, aldilà dei proclami, sembra che poco o nulla sia stato concretamente fatto.

Il parco è vistosamente trascurato, c'è una scarsa attenzione alla manutenzione ordinaria, e questo è sotto gli occhi di tutti. Alcuni giochi sono ancora rotti e rovinati, la fontana è sempre spenta in attesa che qualcuno si decida a sistemarla, i vialetti non sono neppure più tali perché in alcuni punti sono totalmente inerbati.

A questa immagine desolante si aggiunge la presenza costante di persone poco raccomandabili; le preoccupazioni dei genitori pertanto sono assolutamente comprensibili. Molte mamme hanno deciso di non portarci più i propri bambini. Nelle ore serali poi l’illuminazione è scarsissima e questo aumenta il senso di paura e di pericolo in tutta la zona.

Al parco della Rimembranza serve un serio progetto di riqualificazione complessiva, sistemando i giochi, le panchine, i vialetti e la fontana, incrementando l'illuminazione e magari installando delle telecamere per aumentare la sicurezza. Si tratta dell'unico polmone verde del centro città fruibile dai cittadini e dovrebbe essere un elemento qualificante del centro, cosa che oggi non è. È triste e sconfortante assistere a questa situazione di abbandono e incuria. Tutto questo non è più accettabile, pertanto auspichiamo che si passi quanto prima dalle parole ai fatti.