mercoledì 20 luglio 2016

Erbacce e degrado in cimitero, 5 Stelle: “Vergognoso”


Cimitero sempre più invaso dalle erbacce, vialetti abbandonati all’incuria
La denuncia arriva dal Movimento 5 Stelle, che evidenzia le cattive condizioni di manutenzione del camposanto cittadino.
«La situazione è oramai sotto gli occhi di tutti - denuncia il consigliere comunale Riccardo Sartor - La vegetazione spontanea cresce intorno alle lapidi e nelle stradine; ci sono vere e proprie zone coperte di infestanti, segno che da troppo tempo manca una seria e adeguata manutenzione».
«Ho fatto presente questo problema anche nell’ultimo consiglio comunale. Il perdurare di questo degrado è davvero indegno per un luogo particolarmente delicato che meriterebbe invece rispetto e cura, sia per i defunti che per i visitatori».

Lo stato del cimitero cittadino provoca reazioni di rabbia proprio tra chi lo frequenta abitualmente per far visita ai cari defunti. «Si percepisce un grande malcontento fra la gente – sottolinea Sartor – e recandomi in cimitero ho avuto modo di sentire numerose lamentele per questa situazione. Capisco che possano esserci difficoltà ad intervenire per la carenza di personale, ma tenere un cimitero in queste condizioni è vergognoso. In tanti anni non ho mai visto un degrado così diffuso. I cittadini chiedono che venga restituita dignità e decoro a questo luogo. Sarebbe davvero spiacevole che un luogo dedicato alla memoria dei nostri cari diventi l'ennesimo simbolo di degrado».

giovedì 7 luglio 2016

Degrado in stazione ferroviaria, 5 Stelle: “Situazione inaccettabile, il Comune pretenda una risoluzione del problema”

I bagni rotti, il bivacco degli sbandati, i parapiglia e le intimidazioni ai passanti. Per il Movimento 5 Stelle di Feltre quello che succede intorno alla stazione ferroviaria è davvero troppo.

«Con gli ultimi episodi si è superato il limite della tolleranza e della decenza, questa situazione è inaccettabile» tuona il consigliere comunale Riccardo Sartor. «Cittadini e viaggiatori respirano un clima di malessere e di comprensibile preoccupazione, anche in considerazione del fatto che la stazione è molto frequentata da ragazzini, studenti, mamme e anziani, una fascia di popolazione più debole rispetto alle altre; spaventa pensare che non si possa attendere tranquillamente il treno o l'autobus, soprattutto se da soli, senza il timore di incorrere in spiacevoli circostanze».

«L’area della stazione non può essere messa a soqquadro da qualche sbandato» sottolinea il consigliere «questo è un pessimo biglietto da visita, inaccettabile anche per i turisti che arrivano in città. E male si sposa con la buona volontà di Rfi, che sta investendo molto sulla stazione».

Sartor - che sul tema ha presentato, come altri consiglieri, una domanda di attualità per il consiglio comunale di lunedì - sollecita un maggiore controllo sinergico da parte delle forze dell’ordine e chiama in causa il Comune: «Il sindaco è autorità di pubblica sicurezza, deve pretendere una risoluzione decisiva del problema».