mercoledì 11 novembre 2015

Emissioni SAPA, M5S: "Si faccia chiarezza per tutelare la salute pubblica"

Una delle nostre prime interrogazioni fatte in Consiglio Comunale fu proprio quella relativa alle emissioni della fonderia SAPA, in cui chiedevamo lumi sulle condizioni dell’impianto, sui filtri installati nei camini e sulla periodicità dei controlli a seguito dei lavori di ampliamento dell'impianto di produzione. Allora qualcuno ci accusò di fare strumentalizzazione politica.
Oggi si viene a sapere che ARPAV, durante uno dei due controlli quinquennali nello stabilimento, rileva dati di emissioni che non corrispondono a quelli forniti dalla stessa SAPA, bensì maggiori ed oltre i limiti di legge. La mancata corrispondenza fra i rilievi ARPAV e i dati forniti dall'azienda è grave, pertanto sull'episodio è indispensabile fare chiarezza, soprattutto se la causa è attribuibile ad un malfunzionamento dei filtri. Se così fosse, ci si chiede cosa abbiano respirato i feltrini mentre veniva loro garantito che le emissioni erano nella norma. 
In attesa di ulteriori sviluppi, rimarchiamo la necessità di tutelare la salute pubblica e garantire la massima sicurezza a chi vive quotidianamente a contatto con una fonderia situata a pochi passi dal centro cittadino e in una vallata la cui conformazione non favorisce il ricambio d'aria. Ci sembra superfluo ricordare come la fonderia abbia lavorato per sessant'anni senza alcun filtro per le emissioni in atmosfera, e siamo convinti che la città ne stia tutt'ora pagando alcune conseguenze a livello patologico.

Nessun commento:

Posta un commento