giovedì 27 agosto 2015

Deiezioni canine su marciapiedi e aiuole, 5 Stelle: "Troppo incivili, serve un maggiore controllo"

Sono sempre più numerose le segnalazioni pervenute al gruppo locale del Movimento 5 Stelle di cittadini che denunciano l’incuria di molti proprietari e conduttori di cani che non raccolgono le deiezioni dei propri animali lasciandole lungo strade, marciapiedi, aiuole e parchi.

In alcune zone lo slalom tra i rifiuti organici dei migliori amici dell’uomo sembra diventato inevitabile: le segnalazioni raccolte riguardano, in particolare, il percorso pedonale e l’area verde in Manifattura, il marciapiede in via Boscariz, via Segusini, via Balistiche, via Fusina (dove alcuni residenti avevano persino appeso dei cartelli ad hoc), lo spiazzo antistante la chiesa del Boscariz e il vicino campetto da calcio, ma il fenomeno si registra un po’ ovunque, persino in Galleria Romita.

Inevitabile l’irritazione di cittadini e residenti, che evidenziano come la mancata rimozione delle deiezioni animali sul suolo pubblico, oltre a costituire atto di inciviltà, può comportare seri rischi per la salute dei cittadini, con particolare riferimento alle fasce più esposte quali bambini, ipovedenti e anziani. Si registra anche qualche lamentela dei commercianti, che spesso sono costretti a pulire i “ricordini” altrui lasciati davanti al proprio negozio.

«Certamente non è colpa degli amici a quattro zampe, bensì dei proprietari, incuranti del rispetto altrui e dell’igiene urbana, due componenti essenziali del vivere civile» - dichiara Luciano Tonello, attivista del Movimento 5 Stelle feltrino, anch’egli proprietario di cani - «Probabilmente finché queste persone non saranno sanzionate non potrà essere debellato questo insano fenomeno».

Il M5S vuole stimolare l’amministrazione comunale affinché sia attivato un capillare controllo del territorio. «Esiste da anni un’ordinanza per arginare l’abbandono delle deiezioni canine, ma evidentemente i mezzi a disposizione della polizia municipale per contrastare il fenomeno non sono molti. Servirebbero più controlli per multare questo genere di comportamenti e colpire quanti trasgrediscono, ma le risorse umane ed economiche non sempre sono sufficienti» evidenzia Tonello.

Da qui la proposta del M5S per vigilare su questo indecoroso fenomeno è quella di reclutare qualche volontario o pensionato facente la funzione di “vigile ausiliario”. «In aprile ho incontrato personalmente il Sindaco a cui ho spiegato il problema e illustrato questa possibile iniziativa» - conclude Tonello - «si è dimostrato bendisposto e mi ha garantito una risposta nel giro di qualche settimana.  Ora ci aspettiamo qualche sviluppo concreto visto che sono già passati quattro mesi senza aver più saputo nulla. Nel frattempo abbiamo intrapreso contatti con l’associazione San Francesco, che si è dimostrata sensibile all’argomento e disponibile a collaborare, anche mettendo a disposizione dei volontari».

Nessun commento:

Posta un commento