lunedì 23 giugno 2014

Inadeguata manutenzione dei Giardini Pubblici. Il Movimento 5 Stelle: “Parco vistosamente trascurato. Serve intervento tempestivo”

Parchi, aree verdi e fontane pubbliche sono tutti elementi che contribuiscono in maniera sostanziale ad arricchire l’immagine della città, poiché ne valorizzano gli spazi e ne aumentano la vivibilità per residenti e turisti.

Negli ultimi mesi abbiamo ricevuto numerose segnalazioni da parte dei cittadini che si lamentano dell’incuria che interessa il Parco della Rimembranza, una delle poche aree verdi del centro cittadino.

Il parco è vistosamente trascurato, l’erba ha infestato i vialetti in maniera considerevole, alcuni tratti di stradine mancano di sufficiente ghiaino, i giochi per bambini sono imbrattati da scritte spiacevoli e talvolta imbarazzanti, il cancello d’ingresso a nord-est è precario mentre quello a nord-ovest è del tutto mancante, e la recinzione lungo il lato sud è stata divelta in alcuni punti dai mezzi spartineve ancora nel corso dell’inverno 2012/2013. A completare questo scenario si aggiunge la grande fontana nel mezzo, antico splendore dei Giardini Pubblici, oggi vuota e abbandonata a sé stessa (e una fontana senz’acqua è un’evidente contraddizione in termini)

Dispiace far notare come l’area fosse stata oggetto di un intervento di straordinaria manutenzione nel 2010 – in vista del Raduno Nazionale dei Donatori di Sangue – in cui, ci risulta, la fontana era stata impermeabilizzata, i giochi ancora funzionanti riverniciati mentre altri sostituiti, i vialetti prima zappati per estirpare l’erba e poi inghiaiati. Per i due anni successivi il parco si presentava dignitoso, pulito e curato, dopodiché ha cominciato a prevalere incuria e abbandono. Appare scontato rimarcare la necessità di una manutenzione minima costante.

Vedere il parco in queste condizioni è triste e sconfortante per tutti quei cittadini (soprattutto mamme e bambini) che utilizzano con frequenza i Giardini Pubblici ed è un orribile biglietto da visita sotto il profilo turistico poiché simbolo di degrado urbano.

Anche nei giardini di fronte al Seminario Vescovile, in viale Piave, alcuni vialetti di ghiaino sono completamente infestati dall’erba.

Riteniamo che tutto questo non sia accettabile per una città che punta anche a svilupparsi turisticamente. Si rende opportuno intervenire quanto prima possibile per ridare dignità all’unico polmone verde del centro fruibile dai cittadini. Chiediamo, pertanto, quali siano le intenzioni dell’Amministrazione Comunale, invitandola ad esibire il proprio “pollice verde”.

Se per il Comune non è possibile intervenire stante la carenza di risorse o la mancanza di personale, suggeriamo l’organizzazione di “giornate ecologiche” di pulizia che coinvolgano tutti quei cittadini volenterosi di dare il proprio contribuito concreto per riqualificare questo e altri beni comuni.

Il perdurare della situazione evidenziata fa male al nostro turismo, all'immagine della città ed è motivo di vergogna, anche dinnanzi alle migliaia di persone che hanno modo di visitare Feltre in occasione delle tante manifestazioni che animano il centro cittadino (mercatini dell’usato, 24 ore di ciclismo, Gran Fondo Campagnolo, festa della Musica, solo per citare le più recenti).

Su questo tema il Movimento 5 Stelle di Feltre, a firma del proprio capogruppo Riccardo Sartor, ha presentato un’interrogazione per il prossimo Consiglio Comunale. 

Nessun commento:

Posta un commento