lunedì 11 novembre 2013

5 Stelle visita il gattile del Casonetto: “Situazione delicata da risolvere”

La struttura che ospita la colonia
felina dell'associazione San Francesco
In riferimento al rischio di chiusura del “gattile” gestito dall’Associazione San Francesco, ospitato presso una struttura dell’ULSS situata in località Casonetto, interviene anche il MoVimento 5 Stelle di Feltre.

«Abbiamo avuto un primo incontro con i responsabili dell’associazione San Francesco circa una settimana fa, alla presenza dei nostri attivisti, dove ci è stata illustrata la situazione nel suo complesso. Domenica, accogliendo l’invito rivoltoci, abbiamo avuto modo di visitare la struttura e di verificare concretamente le problematiche emerse. Ci siamo spostati poi nel terreno sul quale dovrà sorgere la nuova struttura da adibire a gattile, per la quale però mancano i finanziamenti o, quantomeno, il materiale per poter costruire la recinzione» spiega Riccardo Sartor, portavoce dei 5 Stelle in Consiglio Comunale a Feltre.

«In questo momento però la situazione è delicata e va affrontata con tempestività: l’associazione vive un’oggettiva condizione di incertezza, fra la difficoltà nel proseguire la propria attività per lo sgombero dei locali chiesto dall’ULSS e l’impossibilità di trasferirsi nella nuova e definitiva località» sottolinea.

«Da parte nostra, ci attiveremo nelle sedi competenti per affrontare questo problema e cercare una soluzione. Stiamo parlando di un servizio importante per l’intera comunità, non solo di Feltre ma di tutto il comprensorio. Ogni anno vengono raccolti, curati ed in parte riadottati dai 230 ai 240 animali, provenienti da tutto il bellunese e, a volte, anche dall’alto trevigiano. L'intero operato è sulle spalle e sul portafogli dei volontari e di qualche persona di buon cuore. Se questa realtà venisse a mancare, le amministrazioni comunali ne risentirebbero non poco» evidenzia Sartor, che chiede alla politica di attivarsi perché «le amministrazioni comunali devono prendere coscienza del problema igienico-sanitario. Basti pensare che le sterilizzazioni, dati alla mano, nel 2012 sono state di oltre 400 unità solo ed esclusivamente per quanto riguarda gli animali randagi. Il problema c’è e non si può far finta di nulla».

P.S. Per contatti con l’associazione San Francesco ed eventuali donazioni – www.sanfrancesco-feltre.it – conto corrente postale 11796323 – postepay 4023600605994989

Nessun commento:

Posta un commento