domenica 1 settembre 2013

Rilanciare e far rivivere la città prendendo esempio dalle realtà che ben funzionano

Sono rientrato da una breve pausa estiva in Toscana, dove ho visitato le città di Siena, San Gimignano e Volterra. Tutte magnifiche, ricche di storia e cultura, con la gente accogliente ed innumerevoli turisti, soprattutto stranieri.

Mi è difficile (purtroppo) fare un paragone con la mia bella Feltre. Laggiù sono avanti anni luce, prestano la massima cura ad ogni più piccolo particolare. Basta dare un'occhiata alla manutenzione stradale, alla conservazione degli edifici, all'arredo urbano, alla segnaletica turistica, ai servizi. Qui facciamo persino fatica a trovare un souvenir della città.

 Laggiù nei centri storici si cammina a piedi, vige assolutamente la z.t.l. con accesso riservato ai residenti tramite pass (come ormai nella maggior parte delle città murate) con ampia disponibilità di parcheggi fuori dalle mura, sia a pagamento che liberi, mentre quassù parliamo da anni di pedonalizzazione e ancora non abbiamo concretizzato nulla.




Le piazze centrali sono frequentatissime, vivono giorno e notte, con le scalinate piene di gente seduta. Sono il principale luogo di ritrovo e di attrazione attorno al quale si snodano bar, ristoranti, negozi e botteghe.


Quassù di piazze ne abbiamo due: quella storica pressoché deserta, l’altra ridotta ad essere un misero parcheggio. Ma entrambe si presterebbero ad essere due piazze completamente diverse, isole senza traffico vissute dai pedoni, riqualificate e rivitalizzate. Un'utopia?
Dobbiamo crescere molto (soprattutto nella mentalità), imparare e copiare dalle realtà che ben funzionano. La nostra città ha grandi potenzialità, lo sappiamo tutti, ma vanno incentivate, sviluppate, messe in rete, coordinate. E' una sfida importante, che richiede il massimo impegno di chi amministra e governa la città. Questa breve pausa mi ha dato ulteriore carica e voglia di cambiare. Noi ci siamo e, per quanto ci sarà possibile, faremo la nostra parte.

Riccardo Sartor
Consigliere Comunale
MoVimento 5 Stelle Feltre

1 commento:

  1. ...mio bis-nonno era di Volterra, città che ho recentemente scoperto alla ricerca delle mie radici ancestrali.
    Ha ragione Riccardo: un abisso per organizzazione e decoro.
    Nemmeno il clima ci può giustificare: a Volterra l'anno scorso sono caduti 80 cm di neve !

    RispondiElimina