giovedì 6 giugno 2013

5 Stelle contro la vendita di Dolomiti Ambiente. Presentata un'interrogazione al sindaco.


Il M5S Feltre ha presentato un'interrogazione al Sindaco relativamente alla questione Dolomiti Ambiente, la società che gestisce l’unico impianto di trattamento dei rifiuti esistente nel bellunese (il Maseròt). L'argomento è di strettissima attualità e da mesi è sotto la lente di tutto il Movimento 5 Stelle bellunese, che più volte si è espresso senza ottenere alcuna risposta da parte delle istituzioni ("Dolomiti Ambiente, quale futuro?", "Chi decide il futuro dei bellunesi?", "Chi c'è batta un colpo"). Riassumendo brevemente i fatti,  la Provincia di Belluno - in mano al commissario straordinario - ha deciso di mettere in vendita la propria quota azionaria che possiede nella società. Il rischio è che la Dolomiti Ambiente venga lasciata completamente nelle mani del privato che potrebbe decidere di tenere una bassa differenziazione per vendere maggiore quantità di rifiuti agli inceneritori, oggi a caccia di rifiuti da bruciare con i danni alla salute che tutti conoscono. Non è un caso che circolino “rumors” in merito ad una possibile acquisizione da parte di Acegas-APS spa, già socio di minoranza, proprietaria dell’inceneritore di Padova. Dove sono finiti i sindaci e le forze politiche bellunesi sempre pronte a riempirsi la bocca di Provincia e Autonomia?! Cari sindaci bellunesi, vogliamo alzare la voce?

Ecco il testo dell'interrogazione che verrà trattata in Consiglio il 10 giugno.


VISTA

la deliberazione della Giunta Provinciale n° 27 del 7/3/2013 che pone in vendita, attivando una “Procedura Negoziata”, la società partecipata “La Dolomiti Ambiente

CONSIDERATO

che parlare di “La Dolomiti Ambiente” significa parlare, di fatto, della gestione integrata del ciclo dei rifiuti, con particolare riguardo al trattamento secco/umido, relativa a tutto il territorio bellunese;

che la Dolomiti Ambiente gestisce l’unico impianto di trattamento dei rifiuti esistente nel bellunese;

che questo significa, in pratica, determinare le scelte in materia di raccolta e trattamento dei rifiuti di tutti i comuni, nonché i relativi costi di trattamento e smaltimento;

che una scelta di tale rilevanza sia stata presa senza il coinvolgimento, il confronto e la partecipazione, non solo, di tutte le Amministrazioni Comunali, ma di tutto il tessuto sociale e dei cittadini;

SI CHIEDE AL SINDACO E ALLA GIUNTA

se il comune di Feltre, intenda assumere una posizione e/o qualche iniziativa nei confronti della provincia relativamente a questa scelta;

se fra i sindaci del territorio sia mai stato affrontato l’argomento;

se all’interno dell’ATO vi siano sindaci che abbiano intenzione di cercare una soluzione (quale ad esempio l’acquisto della società attraverso un consorzio di enti del territorio) per mantenere in mano pubblica il controllo della filiera dei rifiuti o, come al solito, subire in silenzio l’ennesimo impoverimento della collettività bellunese.

MoVimento 5 Stelle
Consigliere Comunale
Riccardo Sartor

Nessun commento:

Posta un commento