sabato 25 maggio 2013

Una fiera degli animali domestici come ulteriore manifestazione nel periodo estivo

Mercoledì abbiamo incontrato l'assessore alle manifestazioni e all'associazionismo del comune di Feltre per proporre l'organizzazione di una manifestazione incentrata sul mondo degli animali domestici e da compagnia. Una sorta di fiera degli animali, con il coinvolgimento e la partecipazione delle associazioni animaliste volontarie presenti nel territorio. Tale proposta - elaborata in queste settimane dai nostri attivisti - giunge in seguito al successo riscosso dalla “Fiera dell’Oggetto Ritrovato”, lodevole iniziativa che ha richiamato un notevole afflusso di persone nelle vie del centro storico. In tal senso si vuole, con questa nostra idea, creare un ulteriore evento che possa costituire attrattiva per la città di Feltre. In diverse altre realtà, infatti, simili manifestazioni attraggono numerose famiglie, appassionati ed amanti degli animali, sia fra la popolazione residente sia fra quella da fuori. 

venerdì 24 maggio 2013

Venerdì 24 a Domegge di Cadore per fare informazione e creare nuove radici


 
 
«Questa sera sarò presente alla serata pubblica del MoVimento 5 Stelle a Domegge di Cadore per parlare anche della nostra esperienza in Comune, a distanza di un anno dal nostro insediamento. Con me ci saranno anche i due consiglieri comunali M5S di Belluno, Sergio Marchese e Andrea Lanari, e il nostro cittadino bellunese eletto in Parlamento Federico D'Incà, che ci riassumerà i primi mesi di attività a 5 Stelle nei palazzi romani. Infine Adriano Marengon illustrerà la proposta di costruzione di una lista civica per il comune di Domegge che andrà alle urne nel 2014. Un ottimo modo per fare informazione diretta ai cittadini e per creare nuove radici sul territorio bellunese» (Riccardo Sartor, consigliere comunale-portavoce M5S Feltre)

P.S. Ci stiamo organizzando per svolgere a Feltre una serata pubblica di presentazione del nostro primo anno di attività in Comune. A breve avremo data e luogo dell'appuntamento aperto a tutti i cittadini.

martedì 21 maggio 2013

Riunione giovedì 23 maggio h 20.30

GIOVEDI 23 MAGGIO h20.30 presso la Sala Gruppi Consiliare (a sinistra del Teatro La Sena) si terrà un incontro degli attivisti di Feltre. Alcuni argomenti all'ordine del giorno: risposta del dg Ulss2 sulla piastra chirurgica, organizzazione serata pubblica su relazione primo anno in consiglio e primi mesi in Parlamento, possibile incontro su sovranità monetaria, proposte varie ed eventuali. L’invito è aperto a tutti i cittadini della città sia sostenitori, simpatizzanti, curiosi che vogliano iniziare a partecipare.

Un comune (molto) poco "social"...

L'importanza di Internet nel terzo millennio e le potenzialità dei social network. Pane per i nostri denti, un po' meno per il Comune e per gli amministratori comunali...  

<<Tra i consiglieri più dinamici in rete [...] soprattutto - manco a dirlo - il grillino Riccardo Sartor, che su Facebook ha condotto parte della sua campagna contro l'Altanon prima di entrare in consiglio comunale e che oggi usa il social network per tutte le sue potenzialità. Da questo punto di vista il movimento 5 Stelle si conferma in netto vantaggio sugli altri (Sartor dà conto anche delle riunioni delle commissioni e del consiglio, con dettagliati resoconti) con una condotta all'insegna della trasparenza e del confronto continuo con i cittadini>> (Corriere delle Alpi, 21 maggio 2013)

Ad un anno dalle elezioni ci sembra che quest’amministrazione creda (molto) poco nella rete internet e nelle nuove tecnologie di comunicazione. Sindaco e giunta comunicano poco, le informazioni sono scarse e vengono divulgate solo attraverso i canali tradizionali; poco e nulla corre sul web. Un vero peccato, anche perchè in campagna elettorale sembrava di essere di fronte ad una svolta anche in questo campo: ricordiamo che il sindaco aveva lanciato la sua candidatura via internet con un video su Youtube (“Perenzin parte dalla rete web” titolavano i giornali). Ci sembra invece che la tendenza sia quella di evitare quelle che sono le vere potenzialità di internet.

domenica 19 maggio 2013

Isola pedonale, si riparte da zero?

Che il percorso per arrivare ad un'isola pedonale in centro città sarebbe stato lungo lo si era intuito già in campagna elettorale ... ma che servissero altre consulenze (dopo tutte quelle già pagate negli anni precedenti) proprio no... Noi attendiamo fiduciosi (e con gli occhi ben aperti) l'evolversi della vicenda, pronti a dare il nostro contributo.


<<Tredici anni, quattro sindaci, innumerevoli promesse, almeno cinque progetti simili più un ricco, ricchissimo contorno di iniziative “accessorie” per ritrovarsi ancora una volta al via. Tutto da rifare>> (dal Corriere delle Alpi del 16 maggio 2013)

Anno 2000: Piano Urbano del Trafficovoluto e pagato dalla seconda amministrazione Vaccari per mettere ordine alla viabilità in centro.  Esito: rapidamente accantonato.

Anno 2002: Brambilla rimette in discussione tutte le scelte precedenti e si rivolge allo stesso studio cui si era affidato Vaccari per avere un consiglio su come ridurre il traffico in centro. Nasce il senso unico nell’anello intorno al colle, che costa la rielezione a Brambilla. 

Anno 2007: Con il Vaccari-ter e un assessore dedicato (Barp), si costruisce un piano di marketing e uno strategico. Costo: 40 mila euro. Esito: finito in un cestino nel breve volgere di un anno e mezzo. Non basta. Altri 20mila euro (di cui 10mila messi dal Comune) per un altro studio sul traffico e sull’arredo urbano del centro,  in accordo con l'Ascom. Risultato: dopo cinque anni la viabilità è stata semplicemente riportata allo stato precedente e non vi è traccia dell'isola pedonale.

Anno 2013: L’amministrazione Perenzin si prepara a commissionare - e a pagare almeno 10 mila euro - a due esperti che dovranno indicare la strada da seguire per arrivare al traguardo dell’isola pedonale.. Come e quando ancora non si sà.

In Comune a Belluno il gettone di presenza dato in beneficenza

A Belluno l'iniziativa di devolvere il gettone di presenza dei consiglieri comunali per aiutare enti ed associazioni in difficoltà. Al minuto 1:08 si ricorda la nostra analoga proposta presentata dal consigliere Sartor in comune a Feltre , che non aveva però trovato riscontro negli altri consiglieri.

giovedì 16 maggio 2013

Sì della commissione al progetto Lumiére

Mercoledì è stata discussa la nostra mozione sull'illuminazione pubblica, che era stata portata in consiglio comunale e ritirata - su richiesta del presidente del Consiglio - per un approfondito passaggio in seconda commissione commissione. 


L'assessore competente ha illustrato la situazione per quanto concerne la pubblica illuminazione del Comune di Feltre e le intenzioni dell'Amministrazione Comunale che, come prima mossa dopo il suo insediamento, ha (giustamente) bloccato la gara d’appalto indetta dalla precedente amministrazione che avrebbe esternalizzato il servizio, senza prevedere obbiettivi di miglioramento certi e vincolanti, obbligando anzi l’amministrazione a perseguire in ogni caso una delle soluzioni che si sarebbero presentate una volta aperte le buste.

martedì 14 maggio 2013

Agrimercato, un altro anno in zona Manifattura?

La nostra interrogazione sullo spostamento dell'agrimercato, che avevamo presentato una settimana fa, ha trovato risposta da parte dell'Assessore competente nel corso dell'ultimo consiglio comunale. Dai primi contatti sembra che gli espositori (seppur con alcuni distinguo all'interno degli stessi) vogliano riconfermare la loro collocazione in zona Manifattura. Il trasferimento in piazza Isola - come da noi ipotizzato - risulterebbe problematico sia sotto un profilo tecnico-normativo (data la vicinanza con il mercato cittadino il martedì mattina), sia sotto il profilo sanitario (per garantire salubrità e sicurezza dei prodotti servirebbe la chiusura totale al traffico della piazza, che creerebbe non pochi disagi). L'amministrazione proponeva un possibile trasferimento in piazzetta Trento Trieste, più vicina al centro, che però non ha trovato il beneplacito degli interessati. Staremo a vedere...

La Fondazione Università e Alta Cultura ad un bivio

Per recepire normative nazionali, il Consiglio è passato a modificare lo statuto della Fondazione per l'Università e l'Alta Cultura in provincia di Belluno. Con un breve intervento abbiamo sottolineato come la fondazione stia vivendo una fase di stallo e necessiti di una svolta, anche rispetto al contributo annuale che elargisce il Comune per il quale deve esserci un progetto forte e ricco di contenuti. Se il futuro della Fondazione è ancora tutto da scrivere, abbiamo rimarcato la necessità di partire da un obbiettivo, per promuovere idee concrete, realizzabili e spendibili a breve e lungo termine; un suggerimento potrebbe essere quello di far lavorare la fondazione per portare dei corsi secondo i reali bisogni del territorio. Di questo se ne riparlerà a breve, forse in un consiglio comunale informale e aperto all'intervento dei cittadini.

Bim-GSP, sì alle modifiche statutarie per introdurre trasparenza e controllo

Sabato 11 maggio in Consiglio Comunale si è discusso delle modifiche statutarie di Bim-Gsp, la s.p.a. che gestisce il servizio idrico integrato di 67 comuni bellunesi, la cui situazione finanziaria si presenta particolarmente disastrosa a causa di un buco di bilancio di circa 80 milioni di euro.

Nell'impossibilità di far fallire la società né di trasformarla subito in azienda speciale di diritto pubblico (i debiti verrebbero trasferiti in capo ai comuni, con conseguenze facilmente immaginabili), tantomeno di riprendersi in mano la gestione dell'acqua (per mancanza di competenze, personale e soldi), si sta cercando di introdurre nella società forti connotati di trasparenza, di chiarezza e di controllo, caratteristiche che in Bim-Gsp sono sempre mancate. Si tratta quindi di un passaggio intermedio, nell'ottica futura di puntare - una volta riappianati tutti i debiti (sempre se sarà possibile) - verso una società di diritto pubblico quale l'Azienda Speciale Consortile.

mercoledì 8 maggio 2013

Rilanciare l'agrimercato a km zero avvicinandolo al centro cittadino



Segue il testo dell'interrogazione presentata dal M5S Feltre in Consiglio Comunale relativa all'edizione 2013 dell'Agrimercato.

Il periodo estivo si avvicina e con ogni probabilità a breve si ridiscuterà dell’agrimercato in vista dell’edizione 2013. Abbiamo appreso dalla stampa locale che la giunta incontrerà a breve i soggetti interessati per fare il punto della situazione ed analizzare le problematiche emerse nelle passate edizioni.

L’estate scorsa, come Movimento 5 Stelle, ci siamo avvicinati ai venditori e abbiamo preso coscienza delle difficoltà che sta attraversando l’iniziativa dell’agrimercato. Qualche agricoltore ipotizzava addirittura di non voler più aderire all’iniziativa vista la scarsa risposta della gente e la troppa la merce che, raccolta all’alba, restava ferma sui banchi e doveva essere buttata, senza quindi alcuna gratificazione che potesse ripagare lo sforzo e l’impegno.

domenica 5 maggio 2013

Sabato pomeriggio in Largo Castaldi.. M5S presente!


Un sabato pomeriggio in centro a Feltre per fare informazione ai cittadini su tematiche locali e su avvenimenti politici nazionali. Presenti Andrea, Emanuel (con compagna e figlio), Luciano e il nostro consigliere-portavoce Riccardo.