mercoledì 27 marzo 2013

L’opposizione protesta: «Tagliati fuori dalle scelte»

(dal Corriere delle Alpi del 26/03/2013)

Riccardo Sartor,
consigliere comunale portavoce
del Movimento 5 Stelle
«Comunicazioni in ritardo, decisioni condivise solo all'ultimo e precedenza assoluta alla maggioranza. Se l’amministrazione arranca un po’, alle prese con grandi intenzioni ma innegabili difficoltà pratiche, i partiti di minoranza mugugnano per le scarse attenzioni che sono riservati a chi non ha la prima parola sulle scelte. [...] «Più volte ci siamo lamentati delle delibere che ci venivano recapitate tardi, spesso all'ultimo momento utile per studiarle», aggiunge Riccardo Sartor del movimento 5 Stelle, «ma dovrebbero capire che ognuno di noi ha un gruppo alle spalle con cui deve confrontarsi, e non avere il materiale su cui farlo impedisce di affrontare gli argomenti con l'approfondimento che meriterebbero. A gennaio non abbiamo fatto praticamente nulla, se non trovarci una settimana prima del consiglio comunale. C'è la tendenza a fare le cose a ridosso delle scadenze, e questo ci impedisce di lavorare come si deve. La gente attende risposte anche da noi, e non si parla di opposizione a tutti i costi, ma dobbiamo avere gli stessi mezzi per poter lavorare insieme».

Nessun commento:

Posta un commento