giovedì 31 maggio 2012

Risparmio e trasparenza, il rendiconto economico della campagnaelettorale del M5S Feltre



Qualche settimana fa sono stati pubblicati i preventivi di spesa per la campagna elettorale dei candidati sindaci e delle liste che si sono presentate alle elezioni amministrative del nostro comune. Tenendo fede al nostro impegno di assoluta trasparenza, ci sembra giusto dar conto di quello che il Movimento 5 Stelle ha effettivamente speso in campagna elettorale. Il presente rendiconto, previsto anche dallo statuto comunale, è stato depositato ieri mattina presso gli uffici competenti.

Avevamo ipotizzato di spendere massimo mille euro di campagna elettorale. Siamo stati di parola, anzi ne abbiamo spesi un quarto in meno. Per la precisione 743,19 euro. Tutto coperto da autofinanziamento a carico dei candidati e dalle offerte spontanee di sostenitori e simpatizzanti. Non un centesimo è arrivato, come invece avviene di consueto per i partiti, dal finanziamento pubblico (che comunque il Movimento 5 Stelle ha sempre deciso di rifiutare, si vedano le elezioni regionali 2010).

Le uscite più rilevanti (pari alla metà della nostra campagna elettorale) sono quelle sostenute per allestire la serata con Beppe Grillo in piazza Isola: SIAE, servizio di ambulanza, cena e pubblicità varia (siamo ancora in attesa di istruzioni per disporre del pagamento dell’energia elettrica consumata).

Il resto sono piccole spese per volantini e manifesti. Dopotutto non abbiamo voluto spendere soldi per rovinare la nostra bella città con faccioni appesi alle vele pubblicitarie, ma abbiamo preferito girare per il centro e per le frazioni a bordo delle nostre biciclette. Abbiamo distribuito volantini durante i giorni di mercato, consegnandoli a mano o con il porta a porta, senza intasare le cassette postali dei nostri concittadini (tant'è che qualcuno si è pure sorpreso di non aver visto nemmeno un nostro volantino). C'è da porsi qualche seria domanda, visto il piccolo investimento a fronte del prezioso risultato (10,44%).

Anche alla luce di questi numeri una politica economicamente ragionevole (quindi meno spendacciona) è possibile: basta limitarsi all’essenziale, cercando di far prevalere la forza delle idee sulla disponibilità finanziaria, sfruttando le nuove tecnologie, puntando su pochi mirati manifesti negli spazi giusti e consentiti.

Risparmio e trasparenza: noi partiamo da qui. E adesso avanti tutta. Ricordiamo che tutte le spese del Movimento 5 Stelle Feltre sono consultabili anche on-line nel sito www.belluno5stelle.it .
Riccardo Sartor
consigliere comunale
Movimento 5 Stelle Feltre

Nessun commento:

Posta un commento