lunedì 30 aprile 2012

Cultura e turismo a Feltre: le nostre idee



Il MoVimento 5 Stelle crede che la cultura, così come la Politica, viva soprattutto fuori dai palazzi, in ogni strada, in ogni piazza, nella “rete”, che non è solo il web, ma un insieme di diversi legami sociali, di esperienze, di persone che si relazionano, si confrontano, si scambiano opinioni e progettano insieme il futuro.


A Feltre esistono numerose associazioni culturali, tenute in vita da un enorme potenziale di volontariato, le cui attività spaziano dal teatro-spettacolo alla pittura, dalla lettura espressiva alla musica, dalla scienza all’intrattenimento. Perché questa grande ricchezza si possa esprimere è necessario che l'Amministrazione Comunale si renda promotrice di una sinergia di forze, attraverso un tavolo di confronto aperto a tutte le associazioni, per costituire un progetto ben definito volto a dare impulso alla cultura a tutti i livelli.

Dare la possibilità a gruppi e associazioni locali, operanti nei più disparati settori, di esibirsi in occasione di eventi pubblici della città e delle frazioni come promozione della propria attività significa creare un’attrattiva a costo zero: concerti in spazi cittadini all'aperto, rassegne musicali, lettura e teatro nelle piazze e lungo le vie del centro, esibizioni di contorno alle visite turistiche nella cittadella, piccoli intrattenimenti. Attività di questo genere sortirebbero un duplice effetto: valorizzare maggiormente il territorio e promuovere nel contempo le associazioni locali.

Il Comune può dare un forte impulso a tali iniziative, senza aggravi di spesa, ad esempio riducendo il costo dell’occupazione di suolo pubblico, snellendo le procedure burocratiche, concedendo supporto logistico, pubblicizzando le manifestazioni attraverso il web e le bacheche comunali. Inoltre il Comune dovrà adottare un registro pubblico con l’elenco dettagliato di tutte le associazioni presenti sul territorio, in un’ottica di organizzazione e collaborazione tra vari soggetti culturali.

In questo contesto mercatini, musica, teatro, animazione, spettacolo ed ogni altra iniziativa devono essere proposte in maniera coordinata e collegata: è indispensabile evitare sovrapposizioni, che danneggerebbero i singoli eventi, razionalizzare i costi e sfruttare ogni singola manifestazione come richiamo e promozione delle altre. Troppo spesso, infatti, il centro città risente del mancato coordinamento fra gli eventi: a periodi con offerta particolarmente prolifica se ne alternano altri in cui il centro si trasforma in un luogo deserto e poco accogliente. Promuovere quindi un calendario di iniziative e di eventi in stretta collaborazione con gli esercenti del centro e con le associazioni risulta indispensabile per garantire un continuo afflusso di persone in città e nel centro storico e pone le basi per una collaborazione virtuosa fra pubblico e privato, per fronteggiare la scarsità di risorse economiche nelle casse comunali.

Si dovrà necessariamente considerare la realizzazione di una sala civica, sfruttando il patrimonio edilizio già esistente, che sia pienamente utilizzabile e fruibile dalla collettività per incontri, convegni e serate pubbliche. Particolare attenzione dovrà essere rivolta al Teatro “La Sena”; la piena fruizione della “piccola Fenice” è fondamentale per il rilancio della cittadella storica: il Comune dovrà ricercare i fondi necessari al definitivo completamento di questa struttura quale pilastro ricettivo e culturale della città, luogo di aggregazione, di scambio e di promozione, pienamente accessibile a tutti.

L’obbiettivo più lungimirante è quello di rendere la città e il suo territorio un polo attrattivo dal punto di vista sociale e turistico: la gente deve venire a Feltre perché sa che vi può trovare qualcosa di diverso in ogni periodo dell’anno. In quest'ottica, inoltre, è opportuno creare un legame tra turismo e produzioni locali, favorendo i prodotti tipici a chilometri zero e da agricoltura biologica, incentivandone l'uso nelle strutture ricettive. Il Comune deve farsi promotore di questo tipo di economia, attraverso l'allestimento di mercatini e banchetti agro-alimentari che permettano di far conoscere e quindi sostenere le numerose produzioni locali, le aziende agricole produttrici, la loro storia e le metodologie colturali, in un rapporto diretto fra produttore e consumatore.

Riccardo Sartor
Candidato Sindaco-portavoce
del Movimento 5 Stelle al Comune di Feltre

Nessun commento:

Posta un commento